Blog

La storia di Ilaria Alpi a #gdf2014

Il diritto di sapere, il dovere di informare.
Sono passati vent’anni da quei drammatici 51 secondi, nei quali Flavio Fusi, commosso, ci comunicava dal TG3 la brutale esecuzione a Mogadiscio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Dopo vent’anni, tante inchieste, troppe inchieste, e dopo la desecretazione dei documenti dei servizi segreti, torniamo a parlare di Ilaria e Miran, di una giornalista e del suo operatore, continuando il cammino alla ricerca della verità. Lo facciamo insieme a Francesco Cavalli, giornalista e fondatore del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi, attraverso il suo libro “La strada di Ilaria” (Milieu edizioni) pubblicato lo scorso marzo.

Traffico d’armi, rifiuti tossici, corruzione e rapporti tra Italia e Somalia si fondono nelle parole di Cavalli che, questa volta, abbandona la forma giornalistica e narra i fatti attraverso un romanzo. Non si tratta però di fantasie, bensì del “punto più vicino alla verità sulla fine di Ilaria e Miran che riusciremo mai a raggiungere” (dalla prefazione di Pietro Veronese). Racconteremo la strada percorsa da Ilaria e Miran ripercorrendola insieme a Francesco. Sarà il nostro omaggio in ricordo di due professionisti che non hanno avuto paura di dire la verità.