Dynamo Camp – A place in Italy

Dynamo AlberingGli occhi di centinaia di bambini sorridenti in un posto da favola immerso nell’appennino toscano. Questo è “Dynamo Camp” e gli occhi di quei bambini ci hanno spinto il 6 ottobre 2013 ad andare all’open day del primo campo italiano di terapia ricreativa, fondato nel 2007, da Enzo Manes.

 

Dynamo Camp è un campo di Terapia Ricreativa, primo in Italia, appositamente strutturato per ospitare gratuitamente per periodi di vacanza e svago bambini e ragazzi malati, in terapia o nel periodo di post ospedalizzazione. E’ rivolto gratuitamente a bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni affetti da patologie gravi o croniche (patologie oncologiche, spina bifida, diabete, ma anche patologie ematologiche croniche come talassemia, emofilia, anemia, drepanocitosi, piastrinopenie, …).

Il concetto che è alla base del campo è aiutare i ragazzi a riappropriarsi della propria infanzia, aiutandoli ad acquisire fiducia in loro stessi e guidandoli attraverso numerose attività creative e sportive, a contatto con la splendida natura dell’oasi affiliata WWF in cui il Camp è inserito.

Il campo è nato nel 2007 e il primo anno ha ospitato 60 bambini. Nel corso degli anni la struttura ha avuto un notevole sviluppo arrivando ad ospitare quest’anno 1163 bambini in 17 sessioni, non solo italiani, ma anche da Germania, Bielorussia, Grecia, Serbia, Lettonia, Iraq, Giordania, Emirati Arabi, Marocco.

Oltre alle sessioni classiche in cui, per una settimana, i bambini abitano la struttura assieme ad educatori e “dynamici” ma senza le famiglie, esistono altre tipologie di programmi. Ad esempio il Camp offre programmi specifici rivolti all’intero nucleo familiare con l’obiettivo di offrire a tutta la famiglia che ha dovuto affrontare la delicata situazione della malattia un’esperienza di divertimento e di incontro. Dal 2011, inoltre, è stato avviato il programma Leaders in Training (LIT), rivolto ad adolescenti tra i 18 e i 20 anni che sono stati al Camp come ospiti e si preparano a diventare volontari.

Dynamo ManeggioL’esperienza al Camp diventa molto più di una semplice vacanza, prevede le attività di un camp tradizionale, ma adattate in modo da essere accessibili a tutti i partecipanti sotto la gestione e la costante supervisione di personale qualificato. I ragazzi possono così cimentarsi con l’albering, andare a cavallo, nuotare e giocare in piscina, campeggiare nel bosco.

Affiancate a queste attività esistono numerosi progetti paralleli che permettono ai ragazzi di cimentarsi con la radio, con il cinema e con l’arte. Proprio il progetto “Dynamo Art Factory” ci lascia stupiti. Durante il campo estivo alcuni artisti di livello nazionale e internazionale arrivano al Camp e guidano i ragazzi alla realizzazione di vere e proprie opere d’arte che verranno esposte nella galleria realizzata appositamente.

Tutte le strutture all’interno del Camp sono pensate per venire incontro alle esigenze di ogni ragazzo e per permettergli di essere il più possibile indipendente e provare a fargli dimenticare la malattia. Fin dall’ingresso i ragazzi vengono accolti con allegria e striscioni colorati. Poi vengono accompagnati in strutture curate dove dormono in camerate da 8 letti, sempre collegate alla stanza in cui sono presenti gli educatori e ad una zona comune. Quest’ultima è il cuore dell’abitazione, qui si gioca assieme, qui si socializza, qui si fa gruppo e qui tutte le sere ci si riunisce per raccontarsi l’esperienza della giornata. In questo modo i ragazzi entrano soli e impauriti, ma in pochi giorni diventano una vera e propria famiglia come sottolinea un genitore: “Dynamo è un luogo in cui non c’è bisogno di dare spiegazioni, dove non esiste la diversità, dove si condivide un sorriso e non un dolore, dove tutti sanno stare con i nostri figli e dove si riesce ad essere una vera famiglia anche con gli altri figli.”

Questa enorme organizzazione richiede grandi sforzi. Anche in questo aspetto ci colpisce una cosa: la struttura è totalmente slegata da finanziamenti pubblici e si sorregge solo su donazioni di fondazioni, imprese, privati. Esiste un’impresa sociale, la Dynamo Academy, con bilancio vincolato ad investimenti su Dynamo Camp, che si occupa della gestione del campo nei momenti in cui non sono presenti le sessioni dei ragazzi. Questo è fondamentale per cercare di tenere viva la struttura 365 giorni integrandosi sempre di più con la società e con i paesi circostanti. In questa ottica è nato anche un teatro all’interno della struttura che diventerà cinema questo autunno e sarà aperto a tutti i cittadini. Dopo 7 anni di attività l’organizzazione di “Dynamo Camp” presenta uno staff di 49 dipendenti; 54 dipendenti stagionali; 20 medici e 25 infermieri presenti durante i programmi di Dynamo Camp nell’anno; 620 volontari e oltre 800 richieste di volontariato da tutta Italia.

Dynamo piscinaTutto questo in Italia a dimostrazione che anche nel nostro Paese è possibile costruire realtà stabili offrendo posti di lavoro basandosi sulla salute e sulla cultura. “A place in Italy”, la scritta che accompagna il logo del campo significa proprio questo ed è una risposta mista di rabbia e orgoglio a tutti quelli che descrivono la struttura dicendo “Splendida, non sembra nemmeno Italia.”

Il modo migliore di chiudere questo racconto è quello di utilizzare le parole di Vincenzo Manes: “Fare rete tra questi posti sviluppati a partire da obiettivi di responsabilità individuale, solidarietà sociale, dignità delle persone, interesse delle generazioni future non è unicamente pertinenza della politica ma in primis di cittadini e anche di imprese. La più grande soddisfazione, in contrapposizione alla fuga dei cervelli, è restare e realizzare bene il proprio lavoro e le proprie passioni, anche per il bene comune.”

Massimo – Gruppo Dello Zuccherificio –


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...