Il grido della farfalla, quando lo sport (e non solo) è doping

Sabato 17 settembre alle 19.00, il Grido della farfalla si tinge di noir grazie a Nevio Galeati e GialloLuna NeroNotte.

Sarà l’occasione per unire due realtà che da tempo lavorano sul territorio e per dare il via, in anteprima, alla quattordicesima edizione del festival del giallo e del noir più amato di sempre. Ospite della serata Gian Luca Campagna, autore del romanzo Finis Terrae (Oltre Edizioni) e direttore del festival “diffuso” Giallolatino.

E prendiamo in prestito proprio le parole del nostro ospite (e lo ringraziamo per lo spazio che ci ha dedicato sul suo blog) per anticiparvi l’argomento dell’incontro.

“Sarà che non sono abituate a parlare, ma quando spiegano le ali evidentemente gridano. E sarà stato per questo motivo che quei seri buontemponi del GDZ (Gruppo dello Zuccherificio) mi hanno invitato a quella splendida serie di eventi in nome del giornalismo libero (e corretto) che porta il nome de ‘Il grido della farfalla’, snodati a Ravenna dal 16 al 18 settembre per la sua ottava edizione.

finis-terraeMotivo della chiamata? Una conferenza su sport e doping. O meglio sport & doping, vista la correlazione tra i due termini (e le due attività). Passo indietro. Ma che roba è GDZ e il festival che ha una griffe così simbolica? Andiamo avanti: GDZ è l’acronimo che sta per Gruppo Dello Zuccherificio, insieme di menti ed energie che “considerano terminata un’epoca nella quale hanno criticato sottovoce le decisioni politiche e sociali e decidono di rendere la propria valutazione degli eventi consapevole, obbiettiva e costruttiva. Un’analisi più critica e che sta prendendo sempre più piede in Italia, ci ha permesso di osservare che la struttura e l’influenza della democrazia italiana è quotidianamente elusa, messa in discussione ed attaccata. La mancanza d’informazione è secondo noi il mezzo principale e la prova più evidente di una situazione di immobilismo, arroganza e illegalità che è giunta ad un livello di tolleranza insopportabile” ci tengono a sottolineare gli organizzatori. E quindi? E quindi ecco nascere il festival dell’informazione libera (mica una scelta tanto casuale: qui è sepolto un certo Dante, che in quanto a ‘italiano’ forse se ne intendeva), scegliendo come simbolo la farfalla. Scelta non a caso, considerato che da queste parti, a un battito d’ali e qualche chilometro, c’è quel posto da favola che è la ‘casa delle farfalle’. Vabbè, e io che c’entro con Ravenna? Presto detto: sabato 17 alle 19 c’è un incontro dal titolo ‘Lo sport fa male, a volte uccide’, che sembra il titolo di uno quei film anni ’70 tipo ‘Perché il dio fenicio continua a uccidere?’ oppure ‘Non si sevizia un paperino’: io starò lì, presumibilmente insieme a Nevio Galeati, il direttore del festival Giallo Luna Nero Notte, che già così m’inquieta con la sua ombra (ma in fondo è un brav’uomo. Chi non ricorda la sua splendida direzione nelle prime sperimentazioni del fumetto d’autore in collane oggi d’antan?). Insomma, per farla breve, l’incontro anticiperà in parte il festival del giallo e noir ravennate, considerato che a Ravenna è stato ufficialmente riconosciuto il titolo di Città europea dello sport 2016. Merito della menzione e partecipazione in questo tavolo accademico? La trama del mio ultimo romanzo ‘Finis terrae’, dove calcioscommesse e doping infarciscono l’intreccio, ma anche evidentemente il racconto lungo (dal titolo wertmulleriano ‘Il lamento afono dell’anatra muta’, che roba eh?) presente nell’antologia del Giallo Mondadori ‘Giallo di rigore’, dove le pastette valgono quanto un contrasto nel rettangolo di gioco.

Ma ora vi pongo una questione: il doping è materia esclusiva dello sport? Non amiamo l’omologazione e le gabbie mentali, come suppongo i nostri amici del Gruppo dello Zuccherificio. State sintonizzati su radioRavennasport, ne sentiremo delle nuove. A dopo.”

L’evento fa parte di Terzo Tempo, cartellone di eventi per Ravenna Città Europea dello Sport 2016 coordinato da Tuco.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...